VIAGGIA – GUSTA – SCOPRI

COS’E’

Agri Travel & Slow Travel Expo (ATEST) – Fiera dei territori (2-5 APRILE 2020), è il primo salone internazionale dedicato alla promozione del turismo rurale e slow, che nel 2020 giunge alla sua sesta edizione con un format ancora più originale e innovativo.

Le parole chiave
Agri Travel & Slow Travel Expo è un evento ruotante attorno alle quattro parole chiave che guidano l’evento: AGRICOLTURA, CULTURA, TURISMO E SOSTENIBILITA’, con un focus sul CIBO, sempre protagonista assoluto, rappresentando un potente fattore di identità culturale, in grado di descrivere i luoghi nella loro totalità attraverso storie, tradizioni, economia e modelli di produzione agricola.

ATEST promuove destinazioni tra natura, arte, tradizioni e buon cibo per turisti e operatori del settore alla ricerca di percorsi autentici ed emozionali che sempre più manifestano forti legami con concetti quali qualità della vita, sostenibilità e ambiente. In questo contesto si sviluppa la conoscenza dei territori anche attraverso modalità di viaggio che si concretizzano in cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua e percorsi spirituali per assaporare anche gli aspetti più intimi di un luogo legati alla sua cultura, alle sue eccellenze e al suo paesaggio. E in tutto questo, viene portato alla luce ogni aspetto della filiera del viaggio che in AGRI TRAVEL & SLOW TRAVEL EXPO trova uno spazio di espressione vivace e attrattivo per tutti.

Le due anime della manifestazione
La manifestazione comprende sia un’area espositiva di grande impatto rivolta al pubblico ad ingresso gratuito (3-4-5 aprile 2020) sia uno spazio congressuale e B2B per gli operatori del settore (2- 3 aprile 2020) ai quali viene offerta la partecipazione a un ricco programma di convegni e workshop e l’inserimento nella fitta agenda di incontri B2B, da sempre generatrice di proficui scambi e confronti.

Un faro sul turismo rurale e sostenibile
ATEST ha come obiettivo principale la creazione di network e programmi condivisi tra i partecipanti, allo scopo di favorire lo scambio di know-how ed esperienze e la ricerca di soluzioni reciprocamente vantaggiose a favore dello sviluppo di strategie attinenti la promozione del turismo rurale e slow con un’attenzione particolare all’agroalimentare come leva di marketing turistico e alla green economy come soluzione determinante per uno sviluppo sostenibile del pianeta e come scommessa per il rilancio dell’economia turistica.

Dove
Sede del salone sono i padiglioni della Fiera di Bergamo, una struttura moderna di impianto europeo, con 13.000 metri quadri destinati ad area espositiva coperta suddivisi in due padiglioni di 6.500 metri quadrati l’uno, organizzata e declinata alla versatilità con l’efficienza e professionalità che distinguono Ente Fiera
Promoberg, organizzatore dell’evento, di cui è nota la ultraventennale esperienza nell’ideazione e realizzazione di eventi e manifestazioni

Quando si svolge
Il salone sarà in programma dal 2 al 5 aprile 2020 e seguirà i seguenti orari:

  • B2B (solo operatori):
    • Giovedì e venerdì dalle 10.00 alle 18.00
  • B2C (aperta al pubblico):
    • Venerdì dalle ore 15.00 alle ore 22.30
    • Sabato e Domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Ecco alcuni focus e temi forti della manifestazione:

è previsto un forte incremento del numero di visitatori anche grazie alla presenza di un tributo all’enogastronomia quale identità di un territorio e leva strategica di marketing per far conoscere le bellezze dei luoghi con esperienze di show-cooking, degustazioni e presentazioni di prodotti. A tal fine, nell’area B2C, sarà allestita un’apposita area in cui gustare i territori attraverso i prodotti tipici, a marchio e legati ai patrimoni UNESCO;

– sono in programma interessanti workshop e convegni sul tema della sostenibilità, declinata in vista dell’Agenda 2030 e nelle sue dimensioni ambientali, economiche e sociali che rappresentano, oggi più che mai, una sfida per tutte quelle destinazioni turistiche, tanto urbane, quanto rurali, marittime e montane, attente alle necessità e alla sensibilità dei visitatori. Tra i tanti temi, uno spazio sarà riservato alla mobilità combinata, all’accessibilità e al cicloturismo, quale importante esperienza per vivere appieno i territori. Non mancheranno focus sul turismo esperienziale ed enogastronomico;

– sarà allestita una sezione dedicata ai B2B con workshop e incontri con buyer interessati a questo tipo di esperienze, secondo una formula di presentazione del territorio e delle offerte e successivi incontri. Saranno circa una quarantina i buyer presenti, tra associazionismo e intermediato, tour operator e tour organizer, principalmente provenienti dall’Italia, ma anche da altri paesi europei. Sarà un’occasione di incontro e business che consentirà di carpire sia i segreti di destinazioni emergenti e attente alla sostenibilità sia di sperimentare nuovi modi di vivere per alimentare la voglia di viaggiare;

– sarà riservato uno spazio al turismo religioso, considerato come una delle importanti espressioni del turismo slow, e inteso come dimensione del viaggiare che privilegia località meno note rispetto a mete turistiche più conosciute, favorendo la riscoperta di percorsi turistici ‘alternativi’ che consentono un maggiore contatto con luoghi densi di cultura e di esperienze di vita. Del resto natura e spiritualità, rappresentano un connubio fondamentale per vivere appieno l’esperienza di fede.

Punti di forza della manifestazione
Grazie al successo delle precedenti edizioni e alla presenza di numerose delegazioni straniere, la manifestazione può oggi vantare:

  • INGRESSO LIBERO per il pubblico nei giorni dedicati al B2C (3-5 aprile)
  • grande affluenza di pubblico motivato e interessato alle tematiche rurali, al turismo slow e al consumo consapevole
  • partecipazione dei principali opinion leader del settore turistico, ambientale e culturale rappresentativi del panorama nazionale, europeo e internazionale
  • organizzazione di incontri con enti pubblici e privati nazionali e internazionali
  • possibilità di partecipazione a convegni e workshop su tematiche specifiche e al ricco programma di eventi culturali ed enogastronomici
  • presenza di numerosi paesi europei grazie alla collaborazione con EUROGITES: Confederazione Europea del Turismo Rurale comprendente 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, che nel 2017 ha organizzato per la prima volta in Italia proprio ad Agri Travel & Slow Travel Expo il CONGRESSO EUROPEO SULLO SVILUPPO RURALE ATTRAVERSO IL TURISMO
  • intervento di realtà extraeuropee con cui sono stati stretti rapporti proficui fin dalla prima edizione
  • eccezionale posizione del polo fieristico dal punto di vista logistico (a pochi Km dall’aeroporto internazionale Il Caravaggio – terzo scalo italiano per flusso di traffico; vicinanza con gli aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa)
  • promozione degli aspetti più importanti legati alla multifunzionalità delle attuali aziende agricole (vendita diretta, ristorazione, fattorie didattiche, alloggio, attività sociali e ricreative).

La manifestazione rappresenta poi un’importante piattaforma di confronto in cui enti e istituzioni pubblici e privati, dialogano in un contesto stimolante e ricco di spunti di confronto tra PMI, cooperative, associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato ed esponenti del sistema turistico nazionale e internazionale che compongono la grande filiera del viaggio.

Stefania Pendezza
Project Manager ATEST
Cell. 329.05.09.611

AGRI TRAVEL & SLOW TRAVEL EXPO
Ente Fiera Promoberg
FIERA BERGAMO – ITALY
Via Lunga s.n.
24125 BERGAMO
www.agritravelexpo.it
www.promoberg.it
Tel   +39 035 252090 – +39 035 3230911
Fax + 39 035 3230996
e-mail: agri-slow-travel@promoberg.it