Cos’è
Agri Travel & Slow Travel Expo (ATEST), è il primo salone internazionale dedicato alla promozione del turismo rurale e slow, che nel 2017 giunge alla sua terza edizione (17, 18, 19 febbraio) con un format ancora più originale e innovativo per celebrare al meglio il 2017, Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, argomento che caratterizzerà la manifestazione.

Le parole chiave
Agri Travel & Slow Travel Expo è un evento (www.agritravelexpo.it) ruotante attorno alle quattro parole chiave che guidano l’evento: AGRICOLTURA, CULTURA, TURISMO E SOSTENIBILITA’, con un focus sul CIBO, sempre protagonista assoluto, rappresentando un potente fattore di identità culturale, in grado di descrivere i luoghi nella loro totalità attraverso storie, tradizioni, economia e modelli di produzione agricola.

Punti di forza
Grazie al successo delle precedenti edizioni e alla presenza di numerose delegazioni straniere di EXPO nel 2015, la manifestazione può oggi vantare:

  • grande affluenza di pubblico motivato e interessato alle tematiche rurali, al turismo slow e al consumo consapevole
  • partecipazione dei principali opinion leader del settore turistico, ambientale e culturale rappresentativi del panorama nazionale, europeo e internazionale
  • organizzazione di incontri con enti pubblici e privati nazionali e internazionali
  • possibilità di partecipazione a convegni e workshop su tematiche specifiche e al ricco programma di eventi culturali ed enogastronomici
  • presenza di numerosi paesi europei partecipanti al “Congresso europeo sullo sviluppo rurale attraverso il turismo” organizzato da Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale comprendente 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, che nel 2017 si terrà per la prima volta in Italia proprio ad Agri Travel & Slow Travel Expo
  • intervento di realtà extraeuropee con cui sono stati stretti rapporti proficui fin dalla scorsa edizione grazie ad Expo2015
  • eccezionale posizione del polo fieristico dal punto di vista logistico (a pochi Km dall’aeroporto internazionale Il Caravaggio – terzo scalo italiano per flusso di traffico; vicinanza con gli aeroporti Linate e Malpensa)
  • promozione degli aspetti più importanti legati alla multifunzionalità delle attuali aziende agricole (vendita diretta, ristorazione, fattorie didattiche, alloggio, attività sociali e ricreative).

La manifestazione rappresenta poi un’importante piattaforma di confronto in cui enti e istituzioni pubblici e privati, dialogano in un contesto stimolante e ricco di spunti di confronto tra PMI, cooperative, associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato ed esponenti del sistema turistico nazionale e internazionale che compongono la grande filiera del viaggio.

Turismo sostenibile e slow
A favorire lo sviluppo del turismo rurale concorrono anche i nuovi modelli di viaggio che descrivono la contemporaneità e che sempre più manifestano forti legami con concetti quali qualità della vita, sostenibilità e contatto con la natura. E’ questo il turismo slow legato alla conoscenza approfondita dei territori attraverso modalità di viaggio lento che si concretizzano attraverso cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua e percorsi spirituali per assaporare anche gli aspetti più intimi di un luogo legati alla sua cultura, alle sue eccellenze e al suo paesaggio.

Un faro sul turismo rurale e sostenibile
ATEST ha come obiettivo principale la creazione di network e programmi condivisi tra i partecipanti, allo scopo di favorire lo scambio di know-how ed esperienze e la ricerca di soluzioni reciprocamente vantaggiose a favore dello sviluppo di strategie attinenti la promozione del turismo rurale con un’attenzione particolare all’agroalimentare come leva di marketing turistico e alla green economy come soluzione determinante per uno sviluppo sostenibile del pianeta e come scommessa per il rilancio dell’economia turistica.

Dove
Sede del salone sono i padiglioni della Fiera di Bergamo, una struttura moderna di impianto europeo, con 13.000 metri quadri destinati ad area espositiva coperta suddivisi in due padiglioni di 6.500 metri quadrati l’uno, organizzata e declinata alla versatilità con l’efficienza e professionalità che distinguono Ente Fiera

Promoberg, organizzatore dell’evento, di cui è nota la ultraventennale esperienza nell’ideazione e realizzazione di eventi e manifestazioni

Quando si svolge
Il salone sarà in programma dal 17 al 19 febbraio 2017 e seguirà i seguenti orari:
venerdì e sabato dalle 15.00 alle 23.00, domenica dalle 10.00 alle 20.00.

NOVITA’ EDIZIONE 2017

1) Grande tributo e focus sul TURISMO SOSTENIBILE per celebrare il 2017, indetto “Anno Internazionale del turismo sostenibile” dalla UNWTO, World Tourism Organization delle Nazioni Unite
2) “Congresso europeo sullo sviluppo rurale attraverso il turismo” organizzato da Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale comprendente 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, che si terrà per la prima volta in Italia proprio ad Agri Travel & Slow Travel Expo
3) Fitto calendario di workshop e incontri B2B
4) Incremento e sviluppo dell’area ristorazione con allestimenti e showcooking che vedono protagonisti la cucina proveniente da diversi paesi del mondo


SEZIONI E SETTORI COINVOLTI

In breve, ecco elencati i settori direttamente o potenzialmente interessati all’evento che, lo ricordiamo, è concepito sia come contenitore di proposte turistiche, organizzate e qualificate secondo nuovi e più aggiornati criteri di marketing dei territori, sia come ‘cantiere’ dove costruire reti, scambi e collaborazioni tese a dare una più adeguata struttura alla promozione dei patrimoni naturalistici e culturali delle aree coinvolte e, parallelamente, a favorire l’adozione di nuovi stili di vita, approcci all’utilizzo delle risorse naturali più consapevoli e buone pratiche gestionali, come raccomandato dai più autorevoli organismi internazionali in materia di tutela ambientale e sviluppo sostenibile:

CIBO E AGRICOLTURA. L’anello CIBO. Il cibo agente nella promozione turistica e culturale di un territorio. Trasversale alle tematiche e alle proposte che saranno in esposizione, il cibo sarà protagonista del salone in tutte le sue possibili declinazioni, formando un vero e proprio anello di congiunzione alle varie sezioni attraverso quelle che sono le riconosciute caratteristiche dell’enogastronomia e della multifunzionalità in agricoltura: sicurezza e tracciabilità, tipicità, originalità e Made in Italy, marchi territoriali. Particolarmente rilevante in questa edizione 2017, diventa il confronto tra consumi e approcci diversi laddove l’incontro tra culture genera grandi possibilità di conoscenza dei popoli proprio attraverso il cibo. Avranno quindi ruolo dominante e posizione di rilievo le numerose proposte di cucina nazionale e internazionale, grazie a spazi destinati alla ristorazione proveniente da diversi paesi, momenti culturali e informativi, degustazioni e showcooking condotti da grandi chef. Inoltre, la nuova attenzione della cucina e della nutrizione, dettata anche dalle esigenze dei consumatori, sull’alimentazione biologica, vegetariana, vegana, macrobiotica e senza glutine, offre un contesto importante per parlare di grandi temi connessi al benessere e alla qualità della vita, concetti che risultano assai preziosi anche nell’ambito rurale e turistico.

TURISMO LENTO. Conoscere, scoprire e degustare…lento: il viaggio non è solo passaggio.
Ecco le parole d’ordine di Agri Travel & Slow Travel Expo, che intende promuovere un’idea di viaggio in cui ogni momento è da ricordare. Viaggi a piedi, percorsi in bicicletta, turismo rurale e percorsi culturali improntati sulla lentezza e su un approccio al viaggio estremamente legato a concetti quali benessere e qualità della vita. Una tipologia di viaggio legato alla conoscenza approfondita dei territori attraverso modalità di viaggio lento in cui poter assaporare anche gli aspetti più intimi di un luogo legati alla sua cultura, alle sue eccellenze e al suo paesaggio, che attraverso tale approccio assumono un valore fondamentale e fanno del viaggio un’esperienza interessante e arricchente in ogni sua fase

AMBIENTE E TERRITORI. Agri Travel & Slow Travel Expo promuove e valorizza le bellezze che il mondo rurale ci offre insieme alle iniziative e alle possibilità turistiche che il visitatore può conoscere e sperimentare. Ma non solo: le parole chiave che guidano l’evento  svelano immediatamente il grande potenziale del messaggio generale della manifestazione, teso a valorizzare non solo i luoghi, ma anche la protezione e la salvaguardia degli stessi in un’ottica slow che abbraccia concetti quali benessere e qualità della vita, imprescindibili a loro volta da ecologia, sostenibilità e biodiversità. Per questo motivo il salone accoglie realtà pubbliche e private, nazionali e internazionali, particolarmente rappresentative dell’impegno rivolto a tali obiettivi.

TURISMO ACCESSIBILE. Agri Travel e Slow Travel Expo, partendo dal presupposto secondo cui il viaggio rappresenta oggi un bisogno sociale primario e un’importante forma di conoscenza, di crescita e di emancipazione personale (oltre a costituire un elemento importante nell’economia di ogni paese), intende quest’anno aggiungere al programma di promozione del viaggio slow, un focus sul turismo accessibile e sulle possibilità di viaggio per tutti. Tra gli espositori presenti, i relatori che condurranno convegni e workshop e i soggetti presenti nell’area B2B, si parlerà di: viaggi sensoriali, possibilità e strumenti di viaggio per disabili e famiglie, adeguamento strutturale finalizzato all’accoglienza (regole, opportunità e incentivi statali), architettura e design for all, come favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche.

TURISMO E SOSTENIBILITA’. Ecoturismo e viaggiare Green: il viaggio sostenibile inizia da qui. La manifestazione concentra molte delle sue attività sull’approfondimento e la conoscenza di strutture green che uniscono all’attenzione dei dettagli, l’interesse per l’ambiente e la sua sostenibilità. Una tipologia di turismo, legato all’idea che ogni singolo individuo può contribuire – anche attraverso le sue scelte turistiche – a salvaguardare il Pianeta e mantenere intatta l’ecologia del luoghi, scegliendo ad esempio mezzi di trasporto rispettosi dell’ambiente o strutture ospitanti in linea con le più accurate regole di sostenibilità.

INTERNAZIONALIZZAZIONE. La manifestazione coinvolge realtà pubbliche e private, nazionali e internazionali e si rivolge sia al pubblico sia agli operatori dei vari settori e categorie di imprenditori. E qui emerge la funzione che la manifestazione svolge quale porta di accesso ai mercati internazionali.