Aziende agrituristiche. Dall’ ISTAT indicazioni sui trend del settore

Il rapporto ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) per l’anno 2012 sulle Aziende Agrituristiche in Italia conferma che sono oltre 20 mila le unità in esercizio nel Paese, con un +0,3% rispetto all’anno precedente. L’aumento si concentra maggiormente al Nord e al Centro (rispettivamente +5,8% e +2%), mentre calano al Sud (-13,2%). Toscana e Alto Adige le regioni con il maggior numero di agriturismi, a conferma dello storico radicamento in questi territori dell’ospitalità turistica in azienda. Interessante, infine, il dato relativo alla presenza delle donne: più di un’azienda agrituristica su tre è infatti a conduzione femminile. Anche qui, la maggiore concentrazione è in Toscana, con 1070 aziende, pari al 40,8% del totale regionale e al 23,5% nazionale.

The 2012 ISTAT report (National Statistics Institute) about the Farm Holidays in Italy confirms that there are more than 20.000 units in operation in the Country, with a +0.3% over the previous year. The increase is more concentrated in the North and Centre of Italy (respectively +5.8% and +2%), but the number fall down in the South of the Country (-13.2%). Tuscany and Alto Adige regions with the highest number of agritourisms, confirming the historical roots of tourist hospitality in the company. Finally it would be interesting the data about the presence of women: more than a farm on three is run by women. Again, the greatest concentration is in Tuscany, with 1.070 companies, 40.8% of the regional amount and 23.5% of the national.